k
Star Wars - Il ritorno dello Jedi
 

Il ritorno dello Jedi (Return of the Jedi) è un film del 1983 diretto da Richard Marquand. Si tratta del sesto film, in ordine cronologico (terzo in ordine di produzione), della saga fantascientifica di Guerre stellari, ideata e scritta da George Lucas. È il terzo e ultimo della "Trilogia originale" (episodi IV, V e VI), alla quale è seguita la "Nuova trilogia" (episodi I, II e III), prequel della trilogia originale.

La trama

La principessa Leila Organa, alla testa delle forze ribelli, fa rotta verso il pianeta desertico Tatooine insieme al cavaliere Jedi Luke per salvare il suo amato Ian Solo, tenuto prigioniero del perfido Jabba the Hutt. Riusciti rocambolescamente a liberare l'amico, scoprono che l'Impero ha messo mano alla costruzione di una nuova Morte Nera, una stazione spaziale capace di distruggere un intero pianeta. Per neutralizzarla occorre però disattivarne lo scudo spaziale di protezione, la cui fonte d'energia si trova sulla luna boscosa di Endor, abitata dagli Ewoks....continua su wilkipedia


k Il modello - introduzione k
B-Wing fighter

 

         

Il caccia dei ribelli B-Wing é una delle astronavi meno conosciute della saga di Guerre Stellari. Fa la sua prima apparizione nel film il Ritorno dello Jedi nella battaglia di Endor. Nello scontro epico tra la flotta ribelle e quella Imperiale appare per qualche attimo. La si intravede nelle prime fasi della battaglia nello spazio quando i caccia ribelli si schiarano per andare in contro ai TIE Interceptor nemici. In un breve momento si vede questa particolare astronave che si allinea e si prepara al combattimento.

 

iiiiiiiiiiiiii
         
k Il kit di montaggio          
           

Il modello é prodotto dalla ditta Ertel. Ho trovato questa confezione in un angolo polveroso di un negozio di modellismo e la particolarità di questo kit é che contiene altre due astronavi tratte dal film: un TIE Interceptor e un X-Wing.

Il B-wing é di qualità mediocre e si vede che il modello in plastica ha i suoi anni. I dettagli sono minimi ed ho dovuto lavorarci parecchi, facendo delle pannellature extra sulla superfice per nascondere difetti di fabbricazione. La cabina di pilotaggio é da autocostrurie in quanto mancano diversi dettagli.

Difficile Esperto

 
 
           
k La colorazione  
 
   
 
In genere ho utilizzato la medesima colorazione impiegata per le altre astronavi della seria di Guerre Stellari. Ho valorizzare il modello con un invecchiamento d'insieme, usando pochi colori a olio (nero, grigio chiaro, terra di Siena) e di concentrami sulle sfumature, ottenute con numerose stratificazioni di colore nero e grigio chiaro.  
 
   
 
In questo caso ho usato maggiormente i colori smalto alluminio della Model Master-Testors ed ho messo in evidenza tutte le parti metalliche e le pannellature esterne.
 
 
           
Con il colore metallo bruciato ho accentuato i motori sfumando in modo da rendere la parte posteriore maggiormente usurata. Ottenute le sfumature di base ho iniziato a "sporcare" leggermente il modello con il color terra di Siena, insistendo sulle parti in alluminio.      
           
Le scrostature e la ruggine le ho dipinte, utilizzando colori acrilici di un kit d'invecchiamento per carri sovietici prodotto dalla ditta AK Interactive.  
 
 
           
           

 

 

 

Copyright©movies-fantasy-models 2016